informatica, linux

Dell Vostro 1000 e Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex

Dell Vostro 1000Nei giorni scorsi sono arrivati in ufficio 3 nuovi portatili Dell Vostro 1000 con processore AMD® TurionTM 64 X2 Mobile Technology da 2,0 GHz con 2Gb DDR2 SDRAM a doppio canale da 667 MHz. Esteticamente Dell ripropone lo stile e le scelte fatte per la serie Inspiron 6000, di cui sono fiero possessore, risparmiando dove si può per offrire  un prodotto da lavoro senza fronzoli ed a prezzo contenuto. La solidità è assicurata e la colorazione nera ha il suo perchè.

Chiaramente non potevo lasciarmi scappare l’occasione per testare il nuovo hardware con una distribuzione live di Linux, in questo caso ho utilizzato Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex. Il test si è rivelato rapido ed efficacie permettendomi di constatare che tutto funziona “out of the box” fatto salvo per la scheda di rete wifi DellTM Wireless 1390, non la solita Intel purtroppo, che comunque da una rapida ricerca su Google pare funzionare con poco sforzo.

Chiaramente se avete domande o richieste particolari sono a disposizione per rispondevi.

Standard
linux

Ubuntu 8.10: lo stambecco intrepido

Ho aggiornato il sistema operativo del portatile (Dell Inspiron 6000) passando da Ubuntu 8.04 ad Ubuntu 8.10: nome in codice Intrepid Ibex (stambecco intrepido). Inutile riportare per l’ennesima volta le migliorie e le novità introdotte della nuova versione di Ubuntu visto che le potete trovare sul sito ufficiale.

Tuttavia una novità degna di nota, per chi come me si connette molto in mobilità (o perchè digital diviso), è rappresentata dalla gestione della “Connessione mobile a banda larga (GSM)” che con un solo click permette di connettersi utilizzando la propria connect card o internet key. E’ quindi possibile dimenticare come configurare wvdial.conf ed affini trovando tutto a disposizione nel network manager. Inoltre è stato risolto finalmente il fastidioso problema di Firefox e Liferea (principalmente) che partivano in offline mode a causa del network manager che per la connessione ppp non dava il segnale di essere connesso.

Standard
informatica, linux

Dell: Gutsy Gibbon su Dimension 530n e Inspiron 1420n

Leggo via PI che Dell ha cominciato a pre installate Ubuntu Gutsy Gibbon su due sistemi, precisamente sul desktop Dimension 530n e sul notebook Inspiron 1420n. L’annuncio arriva un po’ in ritardo rispetto l’uscita di Ubuntu 7.10, in molti pensano sia dovuto ai problemi di upgrade dalla 7.04 (senza reinstallare). Per chi possiede uno dei sistemi sopra elencati è possibile scaricare le immagini CD live di Gutsy Gibbon personalizzate appunto per l’occasione. Nello stesso wiki trovate le informazioni utili all’installazione/upgrade.

Standard
informatica, linux

Ubuntu: offerta Dell

Da qualche giorno è disponibile l’offerta Dell per quanto riguarda i prodotti (desktop e notebook) equipaggiati di sistema operativo Linux Ubuntu 7.04. Si tratta di 3 offerte, per il momento, una riguardante un notebook (Inspiron E1505n) e due per i desktop (Dimension XPS410n, Dimension E520n). Incuriosito ho voluto verificare l’effettiva differenza di prezzo tra due configurazioni di un Inspiron E1505n differenziate solamente per quanto riguarda il sistema operativo: Ubuntu 7.04 vs Windows Vista.

Riepilogando la configurazione è la seguente:

  • Intel® Pentium® dual-core proc T2080(1MB Cache/1.73GHz/533MHz FSB
  • Ubuntu Edition version 7.04 / Genuine Windows Vista Home Basic
  • 15.4 inch Wide Screen XGA Display with TrueLife™(glossy)
  • 1GB Shared Dual Channel DDR2 SDRAM at 533MHz, 2 Dimm
  • 80GB 5400rpm SATA Hard Drive
  • 24X CD Burner/DVD Combo Drive
  • Intel Graphics Media Accelerator 950 / 256MB ATI MOBILITY™ RADEON® X1400 HyperMemory™
  • Integrated Audio
  • 53 WHr 6-cell Lithium Ion Primary Battery
  • Intel PRO/Wireless 3945a/g
  • 1Yr Ltd Warranty and Mail-In Service

Per un totale di: 649$ (E1505N, Ubuntu) / 728$ (E1505, Windows).

Risparmio: 79$.

Effettivamente non parliamo di grosse cifre ma 79$ sono comunque 79$. Ritengo che il profilo di chi sceglie l’offerta Ubuntu sia il seguente:

  1. è già un utente Linux e non vuole un prodotto accompagnato da Windows (di cui non saprebbe che farsene)
  2. vuole che l’hardware del notebook o del desktop che acquista sia completamente supportato da Linux
  3. vuole sfruttare il risparmio economico

Per quanto mi riguarda, essendo un felice possessore di un notebook Dell Inspiron 6000 (su cui uso Ubuntu da percchio), attendo le offerte per il mercato europeo ed in futuro sicuramente sceglierò un prodotto della linea Dell-Ubuntu.

Standard